PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2014-2020 OBIETTIVO “INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL’OCCUPAZIONE” COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO

Home / Uncategorized / PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2014-2020 OBIETTIVO “INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL’OCCUPAZIONE” COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO

Il presente Avviso è finalizzato a valorizzare il capitale umano per incrementare la competitività d’impresa, promuovendo e migliorando le conoscenze e le competenze professionali di uomini e donne occupati nelle imprese localizzate in Regione Lombardia, siano essi lavoratori, imprenditori o liberi professionisti, che operano in un contesto sempre più dinamico e competitivo.

SOGGETTI BENEFICIARI        

La domanda di finanziamento può essere presentata esclusivamente da uno dei seguenti soggetti, singolarmente e non in forma associata, di seguito denominato “Soggetto Attuatore”:

  • Soggetti che erogano attività di formazione iscritti alle sezioni A o B dell’Albo regionale degli operatori accreditati, con numero definitivo di iscrizione alla data di apertura delle finestre di candidatura;
  • Università lombarde e loro consorzi.

SOGGETTI DESTINATARI

Sono destinatari degli interventi di cui al presente Avviso lavoratrici e lavoratori operanti presso unità produttive localizzate nel territorio della regione Lombardia, rientranti nelle seguenti categorie contrattuali:

  • con contratto di lavoro di diritto privato a tempo indeterminato o a tempo determinato (in entrambi i casi sia a tempo pieno, sia a tempo parziale).
  • con contratto di lavoro intermittente (ai sensi del D.Lgs. 81/2015).
  • con contratto di apprendistato (ai sensi del D.Lgs. 81/2015) per la formazione addizionale a quella prevista dalla normativa di riferimento e riportata dal Piano Formativo Individuale.
  • soci-lavoratori di cooperative (sia che partecipino o non partecipino agli utili).

I soggetti sopraindicati sono di seguito complessivamente denominati con il termine “lavoratori”.

Sono, altresì, destinatari degli interventi di cui al presente Avviso, uomini e donne:

  • titolari e soci di imprese, di qualsiasi dimensione, iscritte alla Camera di Commercio di competenza, aventi sede operativa in Lombardia.
  • collaboratori o coadiuvanti dell’imprenditore che prestano in modo continuativo la propria attività di lavoro nell’impresa (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo), nel solo caso di impresa familiare di cui all’art. 230-bis del Codice Civile.
  • coadiuvanti delle imprese commerciali e soci lavoratori di imprese, compresi gli artigiani.
  • liberi professionisti, che esercitano l’attività sia in forma autonoma che in forma associata.

I soggetti sopraindicati sono di seguito complessivamente denominati con il termine “imprenditori”.

DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al presente Avviso ammontano a complessivi € 10.295.500,00 suddivisi in 3 linee di finanziamento riferite ai “Progetti finanziabili”:

  • € 6.000.000,00 per i progetti aziendali
  • € 3.000.000,00 per i progetti interaziendali
  • € 1.295.500,00 per i progetti strategici regionali di cui:
  • € 400.000,00 per progetti Accordi per la Competitività;
  • € 600.000,00 per progetti Fondi paritetici professionali.
  • € 295.500,00 per progetti Aree Interne, di cui: € 31.500,00 riservati a “Area Interna Alta Valtellina” e € 264.000,00 riservati a “Area Interna – Valchiavenna”.

 Regione Lombardia si riserva di rifinanziare questo Avviso con ulteriori risorse.

CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO

Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al presente Avviso sono così allocate:

  • € 10.000.000,00 a valere sulle risorse POR FSE 2014-2020, Asse 1, Azione 8.6.1
  • € 295.500,00 a valere sulle risorse POR FSE 2014-2020, Asse 3, Azione 10.4.2

Ogni progetto, indipendentemente dalla tipologia (aziendale, interaziendale, strategico), potrà avere un valore massimo di quota pubblica di € 200.000,00.

I progetti interaziendali devono obbligatoriamente coinvolgere almeno 3 aziende e non potranno prevedere un finanziamento pubblico inferiore a € 25.000,00.

Ogni Soggetto Attuatore potrà presentare più progetti aziendali e interaziendali nelle relative finestre di candidatura per un importo totale di finanziamento pubblico complessivamente non superiore a € 200.000,00.

Per il Soggetto Attuatore che presenta anche sulla linea di finanziamento progetti “Strategici regionali”, l’importo totale di finanziamento pubblico complessivo può aumentare fino a € 400.000,00.

PROGETTI FINANZIABILI

Il presente Avviso promuove e finanzia la seguente tipologia di progetti:

  • Progetti aziendali, elaborati sulla base delle esigenze formative di una singola impresa con almeno 10 lavoratori/imprenditori e ai quali parteciperà esclusivamente il personale della medesima impresa;
  • Progetti interaziendali, elaborati sulla base delle omogenee esigenze formative di almeno 3 imprese, a cui parteciperà esclusivamente il personale delle medesime imprese;
  • Progetti strategici regionali, elaborati sulla base delle esigenze formative di una singola impresa o aggregazioni di imprese, che rientrano in una delle seguenti tipologie:
  • Imprese che hanno sottoscritto gli Accordi per la competitività, di cui alla DGR 1956 del 13 giugno 2014.
  • Imprese che aderiscono a uno dei Fondi Paritetici Interprofessionali che hanno sottoscritto l’Accordo Quadro regionale, di cui alla DGR 5670 del 11 ottobre 2016. I progetti formativi dovranno dare evidenza dell’implementazione di nuove conoscenze e competenze rispetto all’ULTIMO progetto, già approvato e finanziato, a partire dal 30 giugno 2015, dal Fondo Paritetico a cui sono iscritte. Nel caso di progetto interaziendale è possibile la partecipazione di aziende non aderenti al fondo per una quota non superiore al 25%.
  • Imprese inserite nei progetti di formazione continua previsti in attuazione della strategia nazionale Aree interne in Lombardia per le Aree Interne “Valchiavenna” e “Alta Valtellina”, di cui alle DGR 5229/2016, 5445/2016, 5933/2016 e 5995/2016, fermo restando le prescrizioni di cui ai DDUO 3284/2016 e 3817/2016.

Al fine della presentazione dei progetti, la singola impresa o il gruppo di imprese liberamente aggregatosi, individua un Soggetto Attuatore con il quale definire un progetto, dettagliandolo in una o più azioni formative necessarie per sostenere le linee di sviluppo dell’impresa o delle singole imprese partecipanti, con riferimento al personale, destinatario della formazione, che deve essere in forza a unità produttive con sede nel territorio regionale della Lombardia.

CONTENUTI DELLA FORMAZIONE

I progetti dovranno necessariamente riguardare le seguenti aree tematiche oggetto della formazione:

  • Accompagnare i processi di riorganizzazione a fronte di nuovi investimenti tecnologici e l’introduzione di innovazioni di prodotto/processo, anche nell’ambito dell’art 17 quinquies della l.r. 30/2015 (smartworking).
  • Promuovere lo sviluppo di conoscenze e competenze ad alto contenuto tecnico e/o manageriali per le persone.
  • Favorire approcci e strategie innovative di sviluppo aziendale, di processo e/o di prodotto e tecnologico, con particolare riferimento alla diffusione dell’ICT nei processi produttivi.

PROGETTAZIONE DELLE AZIONI FORMATIVE

I progetti dovranno articolarsi in una o più azioni, esclusivamente di tipologia formativa, e dovranno indicare, pena l’inammissibilità:

1) Informazioni generali

  • Titolo progetto
  • Anagrafica Soggetto Attuatore
  • Tipologia progetto
  • Numero imprese coinvolte
  • Numero partecipanti coinvolti
  • Numero azioni formative previste
  • Elenco Imprese partecipanti al progetto (indicando Ragione sociale, Partita IVA, Codice fiscale, Codice ATECO prioritario).

Ogni impresa può partecipare con il proprio personale alle attività di un solo progetto, indipendentemente dalla tipologia (aziendale, interaziendale, strategico), pena l’esclusione dell’impresa da tutte le candidature presentate. Successivamente alla presentazione del progetto formativo, non sarà possibile sostituire le imprese coinvolte.

  • Obiettivi del progetto che l’impresa o il gruppo di imprese intende perseguire con le attività formative previste dal progetto.
  • Analisi dei fabbisogni formativi.

2) Per ogni azione formativa prevista dal progetto

  • Il numero di partecipanti: è possibile indicare un numeroso massimo di 10 allievi per azione formativa, siano essi “lavoratori” e/o “imprenditori” (come definiti al punto 4) coinvolti in ognuna delle azioni formative previste e suddivisi, nel caso dei progetti interaziendali, per impresa di appartenenza.

Ogni “lavoratore” o “imprenditore” potrà partecipare a non più di due azioni formative diverse tra loro, previste nell’ambito del progetto a cui partecipa l’impresa d’appartenenza.

  • La durata dell’azione formativa, che deve essere compresa tra le 16 e le 64 ore.

Le attività formative dovranno essere svolte in normale orario di lavoro.

  • La tipologia di impresa: piccola, media o grande.
  • Gli obiettivi specifici dell’azione formativa
  • I contenuti dell’azione formativa
  • La descrizione della tipologia dei destinatari dell’azione formativa
  • Le competenze “professionali” o “libere e indipendenti”, contenute nel “Quadro Regionale degli Standard Professionali della Regione Lombardia” (DDUO 11809/2015 e ss.mm.ii) cui fanno diretto riferimento le singole azioni. Le competenze di base e trasversali potranno essere previste nell’azione formativa, ma solo ed esclusivamente in quanto funzionali alla formazione tecnico professionale.

I progetti dovranno concludersi inderogabilmente entro 180 giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (di seguito B.U.R.L.) del decreto di approvazione.

APERTURA E CHIUSURA DELLA FINESTRA DI CANDIDATURA

Le domande di finanziamento dovranno essere presentate nell’ambito di finestre di candidature specifiche per ogni linea di finanziamento secondo le tempistiche sotto indicate:

  • Linea di finanziamento:Progetti interaziendali
  • Apertura finestra candidatura: 8 maggio – ore 9
  • Chiusura finestra candidatura: 10 maggio – ore 17
  • Linea di finanziamento: Progetti strategici regionali
  • Apertura finestra di candidatura: 11 maggio – ore 9
  • Chiusura finestra di candidatura: 30 giugno – ore 17
  • Linea di finanziamento: Progetti aziendali
  • Apertura finestra di candidatura: 15 maggio – ore 9
  • Chiusura finestra di candidatura: 17 maggio – ore 17
  • Linea di finanziamento: Progetti strategici regionali
  • Apertura finestra di candidatura: 1 settembre – ore 9
  • Chiusura finestra di candidatura: 30 settembre – ore 17

TIPOLOGIA E MODALITA’DI PROCEDURA

L’ammissibilità al finanziamento delle domande presentate è determinata da una procedura valutativa.

I progetti valutati ammissibili a finanziamento, ma posizionati in graduatoria successivamente all’esaurimento delle risorse messe a bando, saranno eventualmente finanziati in ordine di graduatoria nel caso si rendessero disponibili ulteriori risorse.

Entro i 90 giorni successivi alla chiusura della finestra di candidatura, il Nucleo di valutazione regionale, appositamente costituito, procede alla verifica di ammissibilità e alla valutazione delle domande pervenute.

 

Per maggiori informazioni

CONSORZIO CFS

Via Benvenuto Garofalo, 4 – 20133 Milano
tel. 02332617695
email: limatola@conscfs.it
email: segreteria@conscfs.it